06 9480 6685

0 articoli

Consigli ai tuoi figli per imparare a studiare

Stampa
Di Pisamonas 06 giugno 2014
Tu puoi aiutarli con questi trucchi per studiare!
L’abilità di pianificare è molto importante per molti aspetti nella vita, generalmente non è innata, ma con la pratica si può imparare.
Condividi con i tuoi figli questi consigli e raccomandazioni e aiutali a creare buone abitudini per lo studio sin da piccoli!
Essere costante è fondamentale per avere una corretta abitudine allo studio. Bisogna pianificare l’orario per farlo sempre alla stessa ora e nello stesso posto, dettagliando quanto tempo si dedicherà ad ogni cosa. Sarebbe conveniente di verificare alla fine della giornata se si è fatto.
Il luogo dove studiare dev’essere adeguato per facilitare la concentrazione. Naturalmente, se sono già grandi, niente cellulari sulla tavola. Fare delle pause, è normale che ogni 45 minuti si fermino tra i 5 e i 10 minuti.
Evita i confronti, ogni bambino è diverso e ha la sua capacità. Però neanche che si scusino e giustifichino dicendo che “ha sospeso quasi tutta la classe”.
Di fronte ad una materia avversa, metti in luce come sono andate bene la matematica, l’educazione artistica, le lingue straniere… ecc. Prova a rendere più ludico il tutto cercando esercizi sui portali di studio.
La volontà di studiare e i motivi che si hanno per studiare sono decisivi, non basta essere più o meno abile o intelligente. Bisogna inculcare che studiare è un valore e che deve essere l’obiettivo principale per loro. Il loro futuro è in gioco e i buoni risultati si ottengono con sforzi.
Alle elementari si stima che il tempo adatto sia tra i 30 e i 60 minuti a seconda del corso, alle medie un’ora per fare i compiti, e tra i tre quarti d’ora e un’ora per studiare.
Meglio lasciare per il fine settimana i lavori.
Stare attenti durante le lezioni lascia del tempo libero. Se si ascolta bene l’insegnante su quello che insiste, sottolineando il libro o gli appunti staremo risparmiando tempo per lo studio.
Se non è capace di spiegare una materia, non la sa. Non basta memorizzare, bisogna assimilare quello che sta studiando. Per questo, la base è che si studi nel pomeriggio quello che si è visto a lezione. Quando arriva l’esame bisogna solo ripassare e ricordare. Dividere la torta in porzioni è meglio che mangiarla intera e d’un colpo.
Usare un diario sin da piccoli è molto importante per pianificare i compiti. In quasi tutte le scuola già si usa, oltre ad essere un mezzo di comunicazione tra genitori e insegnanti. È consigliato guardare tutti i giorni e insistere che annoti i compiti tutti i giorni, e se non ce ne sono metterne lostesso.
Usare le tecniche di studio basiche come la sottolineatura, gli schemi, i riassunti, ecc.
Anche se è sua responsabilità, non è di troppo premiare la buona attitudine e i successi.
Li farai sentire motivati per continuare sul buon cammino.
L’importante è creare abitudini, e per creare questa o altre, bisogna ripetere sempre gli stessi ordini.
La volontà è importante, ma non è sufficiente!
Posted in: Notizie
Condividi