06 9480 6685

0 articoli

Come sopravvivere a un viaggio lungo in auto con bambini?

Stampa
Di Pisamonas 19 agosto 2014
Queste vacanze devi fare molta strada in viaggio con i bambini?
Coraggio e segui questi consigli per farcela al meglio possibile!
Se vai in vacanza tra poco o già ritorni, vogliamo darti alcune idee perché il viaggio in auto con i tuoi bambini non sia un supplizio né per te né per loro.
Se sono molto piccoli, i viaggi in auto si trasformano di solito in un “quanto manca? Manca tanto?”, “mi scappa la pipì… ho fame… ho sete” una varietà di domande che se non gestiamo bene, possono convertirsi in un conflitto a bordo. Per prima cosa bisogna preparare il viaggio, e se ci prenderà parecchie ore, è meglio alzarsi presto così i bambini dormiranno e sarà più corto per loro, da un lato, e anche per non farsi cogliere dalle ore peggiori per il caldo.
Avere sempre a portata di mano acqua e qualcosa da sgranocchiare, ed è raccomandabile fermarsi ogni due ore più o meno. È importante anticipare come sarà il viaggio, se pranzeremo o mangeremo in cammino, quante volte ci fermeremo e se conosciamo già qualche posto, ricordarselo per altre occasioni.
La soluzione più a portata di mano al giorno di oggi è il cellulare di papà o mamma, il Tablet o il DVD, se ci mettiamo d’accordo per condividerlo con gli altri, possiamo usarlo per un po’, sempre e se non abbiano la nausea.
Però ci sono molti altri giochi più tradizionali che fanno approfittare del viaggio così come della destinazione, come per esempio:
sommare le targhe, possiamo anche fare un concorso con gli adulti, e sommare le targhe delle macchine che passano. Quello che addiziona più velocemente e correttamente, vince.
Agli indovinelli, dei più conosciuti e divertenti, specialmente per i più piccoli.
Le parole incatenate, si comincia dicendo una parola e il seguente deve dirne un’altra che comincia per la sillaba finale di questa.
All’andata, se è la prima volta che andiamo in questo posto, possiamo chiedergli come se lo immagina, quello che gli piacerebbe trovarci e fare piani per divertirsi in famiglia. Al ritorno, basta fare un riassunto delle vacanze, chiedendo quello che gli è più piaciuto di più, quello di meno, chiedere se ritornerebbe un’altra volta ad esempio.
Inventare una storia tra tutti, uno inizia a raccontare una storia e ognuno la continua come se la immagina. Approfittare per parlare con loro, tutto quello che non facciamo durante il resto dell’anno per mancanza di tempo, così possiamo chiedergli cose che sembrano ovvie, ma che sicuramente non conosciamo dei nostri figli come: ti mancano i compagni della scuola, cosa vuoi fare da grande, qual è l’insegnante che ti piace di più… ecc. Domande semplici ma che il mondo cangiante dei bambini può darci sorprese.
L’intenzione di viaggiare con i bambini in auto è che sia una parte piacevole in più da ricordare delle vacanze. Dobbiamo essere consapevoli che loro hanno poca pazienza per i viaggi e dargli animo e fantasia!
Buon viaggio!
Posted in: Notizie
Condividi